Riduzione assegno mantenimento e tenore di vita del beneficiario

Riduzione assegno mantenimento e tenore di vita del beneficiario
Sentenza Cassazione n.21010 del 6 Ottobre 2014 – Riduzione Assegno Mantenimento La Cassazione ha esaminato una questione inerente l’assegno di mantenimento relazionato al tenore di vita goduto durante il matrimonio da parte dell’ex coniuge. In particolare, il caso esaminato ha visto una brusca riduzione dell’assegno di mantenimento (originariamente di €.3500,00 poi ridotto a 1.000,00). La ...

Assenteismo del dipendente pubblico: il dirigente è responsabile

Assenteismo del dipendente pubblico: il dirigente è responsabile
Sentenza Corte dei Conti sull’assenteismo dipendenti Nella sentenza n.139/2014, la Corte dei Conti della Toscana ha esteso al dirigente la responsabilità del danno contabile subito dall’Ente Pubblico a causa dell’assenteismo di un lavoratore. Secondo la Corte, infatti, in simili casi  la responsabilità del danno deve essere imputata per due terzi al dipendente, mentre il restante ...

Risponde di stalking condominiale chi infastidisce e danneggia i vicini

Risponde di stalking condominiale chi infastidisce e danneggia i vicini
14.06.19 Cassazione – Risponde di Stalking condominiale chi infastidisce e danneggi i vicini di casa Rischia una condanna per stalking condominiale lo schizoide che abbandona escrementi davanti alle porte dei vicini, li vessa e li infastidisce con ogni mezzo. Lo ha sancito la Corte di cassazione che, con la sentenza 26589 del 19 giugno 2014, ...

Aumenta l’assegno di mantenimento se il marito riceve un’eredità dopo la separazione

Aumenta l'assegno di mantenimento se il marito riceve un’eredità dopo la separazione
È legittimo richiedere un aumento dell’ assegno di mantenimento nel caso in cui l’ex coniuge, onerato di versare la somma mensile alla ex moglie e ai figli, riceva una cospicua eredità. A stabilirlo è una recente sentenza della Cassazione che ha condannato un uomo a pagare, in favore della precedente consorte, 400 euro mensili e altrettanti 400 ...

Cassazione: il Comune paga per le buche in strada, ma il danneggiato ha delle responsabilità

Cassazione: il Comune paga per le buche in strada, ma il danneggiato ha delle responsabilità
ROMA – Il gestore di una strada ha sempre l’obbligo di tenerla in condizioni di sicurezza e non può più liberarsene semplicemente affermando che l’estensione della propria rete stradale è talmente estesa da non consentirne una sorveglianza puntuale e continua. È il cosiddetto obbligo di custodia, che è stato riaffermato dalla terza sezione civile della ...

Eredità: 36 anni per la sentenza di I grado. Succede al Tribunale di Salerno

Eredità: 36 anni per la sentenza di I grado. Succede al Tribunale di Salerno
“C’è una famiglia italiana che dal 1975 attende di sapere se abbia o meno il diritto ad una quota d’ eredità lasciata dal capostipite ed in che termini”. Questo è solo l’inizio dell’incredibile contributo che il giornalista Peppe Rinaldi pubblica il 7 settembre scorso sul quotidiano “Libero”. Stravolge il punto di vista e ci invita ...

Infedeltà aziendale: assunzione e concorrenza sleale

Infedeltà aziendale: assunzione e concorrenza sleale
Assunzione e concorrenza sleale: un caso di condanna della Cassazione. Assumere uno o più dipendenti precedentemente attivi presso un’azienda competitor non è un reato, ma le cose cambiano se la sottrazione di personale nasce dall’intento di danneggiare la società concorrente. Stando a quanto messo nero su bianco dalla sentenza n. 20228 del 4 settembre 2013 ...

Pubblica foto di feste su Facebook. Il giudice le toglie gli alimenti

Pubblica foto di feste su Facebook. Il giudice le toglie gli alimenti
Al mare con gli amici, a feste in casa oppure nei locali. Pensava che non sarebbe successo nulla a pubblicare quelle foto sul suo profilo di Facebook. E invece una donna della provincia di Caserta si è vista togliere gli alimenti. Motivo? Quelle immagini dimostravano che il suo tenore di vita non era peggiorato in ...

Molestie telefoniche: le sentenze della Cassazione

Molestie telefoniche: le sentenze della Cassazione
Il reato di molestia o disturbo alle persone rileva soprattutto per l’incidenza che il turbamento che provoca sull’ordine pubblico, infatti l’ordinamento protegge principalmente il bene giuridico della tranquillità pubblica, e non l’altrui vita privata e l’altrui vita di relazione. L’interesse privato individuale riceve una protezione soltanto riflessa: la tutela viene accordata anche senza – e ...

Sentenza Stalking: per la misura cautelare basta il timore per la propria incolumità

Sentenza Stalking: per la misura cautelare basta il timore per la propria incolumità
Ad avviso dei giudici di legittimità (sent. n. 27798 del 25 giugno 2013) non occorre una lunga serie di azioni delittuose ma basta che la condotta produca nella vittima uno stato di angoscia che la costringa a cambiare le abitudini quotidiane. Per questo è stato respinto il ricorso di un 42enne contro la misura del ...