Studi di settore anche per il professionista che svolge l’attività come secondo lavoro

Studi di settore anche per il professionista che svolge l’attività come secondo lavoro
È soggetto agli studi di settore anche il professionista che svolge l’attività professionale come secondo lavoro, mentre la fonte primaria di reddito proviene da una diversa prestazione lavorativa. In questi casi, comunque, il fisco deve determinare il reddito professionale in “modo equo”, tenendo appunto conto di tale circostanza e del peso che assumono i due ...
Privacy Policy