Cos’è il Licenziamento Disciplinare e quando si usa

Cos’è il Licenziamento Disciplinare e quando si usa
«Il licenziamento disciplinare è una tipologia di recesso che ricomprende sia il licenziamento per giustificato motivo soggettivo (art. 3 della legge 604/1966), vale a dire il licenziamento, con preavviso, causato da un “notevole inadempimento” del lavoratore ai suoi obblighi contrattuali, sia il licenziamento per giusta causa (art. 2119 c.c.), e cioè il licenziamento, senza preavviso, ...

Licenziamento per giusta causa: caratteristiche e applicazione

Licenziamento per giusta causa: caratteristiche e applicazione
Il licenziamento per giusta causa è quel provvedimento che il datore di lavoro attua nei confronti di un suo dipendente, qualora questi attui comportamenti particolarmente gravi dal punto di vista disciplinare, tanto da non consentire in alcun modo la continuazione del rapporto di lavoro. È l’art. 2119 del Codice Civile che introduce il concetto di ...

Timbrare il cartellino per il collega? Rischio di licenziamento

Timbrare il cartellino per il collega? Rischio di licenziamento
Timbrare il cartellino al posto di un collega: cosa può succedere? Se il dipendente timbra il “cartellino presenza” per conto di un collega può subire il licenziamento. Perché però tale licenziamento sia legittimo, è necessario che il datore di lavoro riesca a provare che il titolare del cartellino non era presente in azienda al momento ...

Licenziamento disciplinare e principio dell’immediatezza: sentenza della Cassazione

Licenziamento disciplinare e principio dell’immediatezza: sentenza della Cassazione
Licenziamento disciplinare e principio dell’immediatezza: il potere disciplinare a distanza di tre mesi non ha alcuna ragione di legittimità. Corte di Cassazione, sez. Lavoro, sentenza 8 gennaio – 27 febbraio 2014, n. 4724 Presidente Vidiri – Relatore Arienzo Svolgimento del processo Con sentenza in sede di rinvio del 11.3.2011, la Corte di appello di Roma dichiarava ...