Assenza ingiustificata, malattia, reperibilità e visite fiscali: le ultime sentenze

Assenza ingiustificata, malattia, reperibilità e visite fiscali: le ultime sentenze
Licenziamento al dipendente recidivo assente alla visita Inps anche se andato dal medico curante. Può essere licenziato per malattia il dipendente a cui più volte il datore di lavoro ha contestato l’assenza dalla residenza indicata, nella documentazione medica di malattia, negli orari di reperibilità per le visite fiscali. E ciò anche se, nell’ultima occasione, il ...

Assenteismo, l’Inps bluffa: le visite fiscali non si fanno più

Assenteismo, l’Inps bluffa: le visite fiscali non si fanno più
Ma le visite fiscali ci sono oppure no? I dirigenti Inps, con una circolare interna, avevano interrotto l’attività di controllo nel settore privato il primo maggio 2013. Colpa della spending review imposta dalla legge di stabilità, che ha imposto tagli per 500 milioni. Le proteste dei medici, che avrebbero rischiato il lavoro, e le cifre, ...

Inps: no ai familiari come dipendenti

Inps: no ai familiari come dipendenti
Lavoro dipendente proibito per mogli e figli, nipoti e generi. Insomma, per tutti i familiari stretti. Anche se la legge non pare porre preclusioni espresse al riguardo, se l’impresa è familiare il rischio di vedere disconosciuti dall’Inps i rapporti di lavoro subordinato instaurati tra parenti e affini risulta più che concreto. Per non dire certo. ...

L’ indennità per congedo parentale

L’ indennità per congedo parentale
L’evento della maternità è tutelato dalla legge, così come il periodo di inserimento del neonato nel nucleo familiare. Attraverso il Testo unico in materia di sostegno e tutela della maternità e della paternità (D.Lgs. n. 51/2001) tale funzione familiare è garantita nei confronti dei lavoratori dipendenti, con l’introduzione dei periodi di assenza dal lavoro per ...

Posso svolgere un altro lavoro se sono in cassa integrazione?

Posso svolgere un altro lavoro se sono in cassa integrazione?
La legge Italiana non impedisce ad un lavoratore in cassa integrazione di aumentare le proprie entrate accettando un altro lavoro, sia subordinato che autonomo. Tuttavia è necessario rispettare alcune condizioni. Innanzitutto, la nuova attività lavorativa che si intraprende deve essere temporanea. Durante tale periodo, l’integrazione salariale è sospesa e, con essa, anche il versamento dei ...