Quando è legittimo licenziare un dipendente per assenza ingiustificata

Quando è legittimo licenziare un dipendente per assenza ingiustificata
L’assenteismo sul lavoro può comportare conseguenze molto negative per il lavoratore. L’azienda, infatti, potrebbe arrivare a licenziare un dipendente a causa delle sue continue assenze soprattutto quando queste provochino seri problemi organizzativi. Perché, però, il licenziamento del lavoratore assenteista sia considerato legittimo è necessario che le assenze siano ingiustificate. Vediamo dunque cosa prevede al riguardo ...

Cos’è il Licenziamento Disciplinare e quando si usa

Cos’è il Licenziamento Disciplinare e quando si usa
«Il licenziamento disciplinare è una tipologia di recesso che ricomprende sia il licenziamento per giustificato motivo soggettivo (art. 3 della legge 604/1966), vale a dire il licenziamento, con preavviso, causato da un “notevole inadempimento” del lavoratore ai suoi obblighi contrattuali, sia il licenziamento per giusta causa (art. 2119 c.c.), e cioè il licenziamento, senza preavviso, ...

Il datore di lavoro e la lotta all’assenteismo e la privacy

Il datore di lavoro e la lotta all'assenteismo e la privacy
Fino a che punto si possono spingere i controlli del datore di lavoro per prevenire ed evitare l’assenteismo ingiustificato? Le cause profonde dell’assenteismo ingiustificato possono essere varie e magari di natura sociale, legate allo stress della condizione lavorativa, a rapporti difficili con il datore di lavoro, con i dirigenti o con i colleghi, a un ...

Cassazione: responsabilità del datore di lavoro per omessa formazione sull’uso dell’attrezzatura di lavoro

Cassazione: responsabilità del datore di lavoro per omessa formazione sull'uso dell'attrezzatura di lavoro
Sentenza Cassazione: responsabilità del datore di lavoro per omessa formazione sull’uso dell’attrezzatura di lavoro “In tema di tutela della salute e della sicurezza dei lavoratori, l’attività di formazione del lavoratore, alla quale è tenuto il datore di lavoro, non è esclusa dal personale bagaglio di conoscenze del lavoratore, formatosi per effetto di una lunga esperienza ...

Cassazione: datore di lavoro responsabile del danno alla salute del lavoratore se non adotta adeguate cautele

Cassazione: datore di lavoro responsabile del danno alla salute del lavoratore se non adotta adeguate cautele
Corte di Cassazione civile, sezione lavoro, sentenza n. 10425 del 14 Maggio 2014: datore di lavoro responsabile del danno alla salute del lavoratore L’art. 2087 cod. civ. (tutela delle condizioni di lavoro) contempla la responsabilità del datore di lavoro che non adotta tutte le cautele necessarie a preservare l’integrità psicofisica del lavoratore. Tali cautele sono misurate ...

Se non accetti lo stipendio più basso ti licenzio: é reato di estorsione.

Se non accetti lo stipendio più basso ti licenzio: é reato di estorsione.
A prescindere da una eventuale legittimità del licenziamento, il datore di lavoro che costringe il proprio dipendente ad accettare una retribuzione inferiore a quella dovuta con la minaccia di un licenziamento, commette il reato di estorsione. Se il tuo datore di lavoro ti ha sventolato la possibilità di licenziamento qualora tu non voglia accettare una ...

Mobbing del dipendente e valutazione mediocre nelle note di qualifica del datore

Mobbing del dipendente e valutazione mediocre nelle note di qualifica del datore
La Corte di Cassazione, con la sentenza n. 898 del 17 gennaio 2014, ha ribadito che “in riferimento al regime precedente all’art. 4 del D.Lgs. n. 216/2003 che alla fattispecie in esame non si applica ratione temporis, per mobbing del dipendente si deve intendere una condotta del datore di lavoro che, in violazione degli obblighi ...

Privacy e lavoro: con una APP ti controllo il Dipendente. E’ lecito?

Privacy e lavoro: con una APP ti controllo il Dipendente. E' lecito?
Privacy e lavoro: sono arrivate anche in Italia le applicazioni che permettono di controllare il lavoro dei dipendenti attraverso il cellulare. Consistono in semplici software di monitoraggio che operano sul cellulare in modalità invisibile e permettono di rintracciare a distanza tutte le attività che si svolgono nel telefono controllato, dal registro delle chiamate ai messaggi ...

Sentenza Cassazione: datore di lavoro, illecito del dipendente e controlli di un’ agenzia investigativa

Sentenza Cassazione: datore di lavoro, illecito del dipendente e controlli di un' agenzia investigativa
Cassazione civile , sez. lavoro, sentenza 31.10.2013 n° 24580 Ove sorga il giustificato dubbio che un dipendente incaricato di mansioni da espletare al di fuori dei locali dell’azienda in realtà si renda responsabile di un comportamento illecito, è giustificato il ricorso alla collaborazione di investigatori privati per verifiche al riguardo, né sono ravvisabili profili di ...

Sigarette elettroniche a lavoro: il datore di lavoro può vietarle

Sigarette elettroniche a lavoro: il datore di lavoro può vietarle
La speciale Commissione ministeriale per gli interpelli si pronuncia su un tema che, per altre ragioni riconducibili all’aggravamento del prelievo tributario, è al centro del dibattito pubblico da diverse settimane oramai, seppur con un approccio più squisitamente lavoristico. In risposta ad un quesito posto dell’Associazione bancaria italiana (Abi), il Ministero si è pronunciato sull’applicabilità della ...