Stalking e custodia cautelare in carcere

Facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail

stalking e custodia cautelareStalking e custodia cautelare in carcere: applicazione per i delitti di maltrattamenti in famiglia.

La Commissione Giustizia della Camera dei deputati, nel corso della seduta del 17 luglio 2014, relativa all’esame del decreto legge 92/2014 recante “disposizioni urgenti in materia di rimedi risarcitori in favore dei detenuti e degli internati che hanno subito un trattamento in violazione dell’articolo 3 della convenzione europea per la salvaguardia dei diritti dell’uomo e delle libertà fondamentali, nonché di modifiche al codice di procedura penale e alle disposizioni di attuazione, all’ordinamento del Corpo di polizia penitenziaria e all’ordinamento penitenziario, anche minorile” (A.C. 2496), ha approvato un emendamento presentato dal Relatore (On. Davide Ermini) all’articolo 8 (8.500).

Tale emendamento, tenuto conto del parere espresso dalla Commissione III (Affari Esteri e Comunitari) della Camera dei deputati, stabilisce che rimangono esclusi i delitti di maltrattamenti in famiglia (572 c.p.) e di stalking (612-bis c. p.).dalla  nuova normativa (articolo 275, comma 2-bis, del c.p.p,) la quale dispone che non si possa applicare la misura cautelare in carcere o quella degli arresti domiciliari se il giudice ritiene che con la sentenza possa essere concessa la sospensione condizionale della pena o se la pena detentiva da eseguire non sia superiore a tre anni di reclusione.

Continua a leggere >

Fonte: pariopportunita.gov.it

L’agenzia investigativa P & P INVESTIGAZIONI svolge indagini anti stalking e in casi di molestie fisiche e sessuali per garantire la punibilità del colpevole. Contatta la nostra Divisione Investigazioni per la Famiglia >

Photo by jonphillips
Facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail

Rispondi