Chiamata anonima: come scoprire il numero privato o sconosciuto?

Facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail

Effettuare chiamate anonime, senza cioè far apparire il proprio numero di telefono sul display del destinatario della chiamata, è davvero semplicissimo. È, infatti, sufficiente anteporre al numero che si intende chiamare il prefisso #31# e, al posto del nostro numero, sull’apparecchio del ricevente apparirà la scritta “privato” o “sconosciuto”. Vista la sua semplicità, questa procedura è utilizzatissima per gli scopi più disparati: dal semplice scherzo telefonico alla chiamata di telemarketing, fino ad arrivare ad atti persecutori veri e propri. Per difendersi da questo tipo di abusi, denunciando l’eventuale stalker, è chiaramente necessario conoscere la sua identità. Vediamo, dunque, come scoprire un numero privato con servizi semplici e in alcun casi anche gratuiti.

scoprire numero privato

Smascherare una chiamata anonima con Whooming

Il sistema più semplice e rapido per scoprire un numero privato è Whooming. Per usufruire di tale servizio è necessario prima di tutto creare un account (è anche possibile registrarsi tramite il proprio profilo Facebook). Una volta registrati al sito, bisognerà associare al proprio account il numero di telefono sul quale si ricevono chiamate da numeri sconosciuti. Infine, occorrerà abilitare la deviazione delle chiamate rifiutate dal proprio cellulare sul numero di Whooming. A questo punto è tutto pronto. Alla ricezione di una chiamata da un numero anonimo sarà sufficiente premere occupato: la chiamata verrà deviata in automatico a Whooming che provvederà a individuare il numero del mittente e a inviarlo alla mail fornita in sede di registrazione. Se si è scelta l’opzione di utilizzo gratuita, i numeri di chi effettua le telefonate da numero privato verrà mostrato solo 24 ore dopo la chiamata, se invece si è optato per la versione a pagamento il verdetto sarà istantaneo.

Come scoprire numero privato con Override

Un altro servizio a disposizione degli utenti che vogliano scoprire chi si cela dietro i numeri sconosciuti è Override. Si tratta in questo caso di un servizio che tutti gli operatori telefonici devono offrire ai propri clienti. A differenza di Whooming, però, questo servizio è costoso e più complesso da attivare. Sarà, infatti, necessario richiederne l’attivazione al proprio gestore telefonico tramite l’invio di una raccomandata con ricevuta di ritorno, contenente anche la copia della carta d’identità del richiedente e intestatario della linea. Inoltre, alcuni gestori chiedono la copia della denuncia di molestie previamente presentata alle pubbliche autorità. Il servizio non può durare più di qualche giorno (una quindicina, di solito) e può essere richiesto, salvo casi particolari, solo una volta. Anche il costo non è particolarmente conveniente: si parla di circa 30 euro.

Cosa fare una volta scoperta l’identità del molestatore

Una volta scoperto il numero e l’identità dello stalker si potrà naturalmente procedere sporgendo denuncia per stalking presso i Carabinieri o direttamente presso la Procura della Repubblica del tribunale del Comune di residenza. Nel caso in cui si tema per la propria incolumità, magari perché il contenuto delle telefonate ricevute era particolarmente minaccioso, si può anche richiedere un’ordinanza restrittiva nei confronti dello stalker. A tal fine però, potrebbe essere utile, magari con l’aiuto di un investigatore privato, raccogliere preventivamente ulteriori prove delle minacce subite.

Facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail

Rispondi