Registratore in camera della ex: condannato per stalking e violazione della privacy

Facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail

violazione privacy

Stalking e Violazione della privacy

Piazza un registratore in camera da letto della ex. La chiama, la segue fin sotto casa e al lavoro. Alla fine la compagna, un’infermiera di Macerata, lo ha denunciato per stalking.

I fatti risalgono al 2011. Questa mattina il Gup Domenico Potetti ha condannato l’uomo, un disoccupato di 52 anni, a un anno di reclusione. L’uomo era accusato anche di interferenze illecite nella vita privata, violazione degli obblighi di assistenza familiare e violazione di domicilio.

Continua a leggere >

Fonte: corriereadriatico.it

Simili interferenze nella vita privata di una persona sono illegali e perseguibili dalla legge.

Per risolvere determinati dubbi o problemi in famiglia o con il tuo partner, tutelando i tuoi diritti in maniera legale, rivolgiti a degli investigatori privati professionisti.

Contattaci per ricevere una consulenza o richiedere un preventivo gratuito

Photo by grm_wnr

Facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail

Rispondi