Quando tra moglie e marito c’è l’amante stalker

Facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail

amante stalker

Quando tra moglie e marito c’è l’amante stalker

Ravenna, 21 febbraio 2015 – Lei gli aveva dato un figlio. E lui, sposato con un’altra donna, all’inizio non lo voleva riconoscere e solo il test del dna lo ha inchiodato ai propri doveri. Ma è a quel punto che per l’uomo e sua moglie – la quale nonostante un tradimento reiterato per almeno tre anni alla fine ha scelto di non lasciarlo, e anzi di dargli pure lei un erede – è cominciato l’incubo.

L’amante, abbandonata col figlio nato da quella relazione clandestina – per il mantenimento ad oggi si è vista riconoscere una cifra modesta, 900 euro, senza contare che ha anche altri figli da mantenere – ha cominciato a vestire i panni della stalker.

Un’attività persecutoria consistita, secondo la Procura di Ravenna, soprattutto nello svelare a tutto il paese in cui vivono i retroscena di quel triangolo. E, in particolare, chi fosse il padre naturale del bambino, vale a dire il marito della sua migliore amica. Ieri mattina la donna, una 42enne, è stata condannato dal giudice monocratico Tommaso Paone a quattro mesi, con pena sospesa, in linea con la richiesta del pm Pietro Plachesi. Per i due coniugi, tutelati in parte civile dall’avvocato Gianluigi Manaresi, è stato disposto un risarcimento di 2.000 euro ciascuno.

Le due donne si conoscevano da tempo. Da amiche intime un bel giorno si sono ritrovate rivali. Mentre a lungo l’uomo ha tenuto i piedi in due staffe.

Continua a leggere >

Fonte: ilrestodelcarlino.it – Lorenzo Priviato

Photo by Jealousy
Facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail

Rispondi