Lo stalking nasce dall’incapacità di avere relazioni: parla la professoressa Liliana Dell’Osso

Facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail

relazioni e stalking

“Lo stalking nasce dall’incapacità di avere relazioni”

STALKING, un fenomeno pericoloso e subdolo, ma di stretta e preoccupante attualità in un’estate in cui si ripetono storie di violenza e vessazioni sulle donne. Sui risvolti di un comportamento ad alto rischio e sugli studi in materia sentiamo il parere della professoressa Liliana Dell’Osso, direttore dell’Unità Operativa di Psichiatria I dell’Azienda Ospedaliero-Universitaria Pisana.

Professoressa Dell’Osso, è legittimo ricondurre il fenomeno dello stalking all’ambito psicopatologico?

«Che lo stalking sia un comportamento che interferisce pesantemente con la vita del soggetto che ne è vittima lo stabilisce il diritto che, in base all’art. 612 bis, lo considera reato punibile con la reclusione da sei mesi a quattro anni. Quello che però sembrerebbe più difficile stabilire è il confine tra quella che viene inizialmente accolta come una manifestazione, talvolta gradita, di gelosia o semplice segno d’interesse, e un disturbo psichiatrico. Lo strumento diagnostico fornito dall’American Psychiatric Association (Dsm-5) non fornisce i criteri per porre una diagnosi dell’individuo che perpetra condotte di stalking. Tale fenomeno, per sua stessa definizione (comportamenti della durata di almeno due settimane comprendente tentativi ripetuti e persistenti di imporre contatti indesiderati e/o comunicazioni che inducono paura e sofferenza) assume la valenza di comportamento, ossia di sintomo trasversale alla psicopatologia, così come la febbre rispetto alla medicina e l’insonnia alla psichiatria».

Continua a leggere >

Fonte: lanazione.it – Guglielmo Vezzosi         

L’agenzia investigativa P & P INVESTIGAZIONI fornisce servizi di indagine per casi di stalking e molestie, fisiche e sessuali, al fine di perseguire della punibilità dello stalker.

Photo by Sean MacEntee
Facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail

Rispondi

Privacy Policy