Spiare i profili e le conversazioni su Facebook a distanza: come procedere

Facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail

Grazie alla rapidissima evoluzione tecnologica e alla ancor più rapida diffusione dei social network, il nostro modo di comunicare è cambiato radicalmente negli ultimi anni. La stragrande maggioranza delle conversazioni a distanza avviene tramite i servizi di messaggistica istantanea messi a disposizione dai social network. Una grande quantità di foto, informazioni, attività relative a una persona sono probabilmente reperibili tramite una veloce ricerca nel suo profilo Facebook. Ma come fare se, ad esempio, la persona a cui siamo interessati ha bloccato il suo profilo (impedendo ai “non amici” di accedervi)? E se ad interessarci fossero le sue conversazioni private in chat, magari perché sospettiamo un possibile tradimento da parte del nostro partner? Esistono numerosi sistemi per accedere a questo tipo di informazioni anche se è doveroso premettere che nessuno di questi è eticamente corretto e che alcuni di questi sono proprio illegali. Per evitare ripercussioni sul piano legale dunque è sempre consigliabile rivolgersi a professionisti che possano scegliere gli strumenti più adatti per ottenere legalmente le prove di una eventuale relazione extraconiugale.

eredità su facebook

Come spiare i profili Facebook

Innanzitutto, occorre fare una distinzione: spiare i profili non è la stessa cosa che spiare le chat di Facebook. Queste ultime infatti sono accessibili solo a chi conosce la password dell’account o tramite l’installazione di specifiche app, mentre per i profili la soluzione potrebbe essere abbastanza semplice: la persona in questione potrebbe semplicemente avere il profilo “aperto” e dunque accessibile a chiunque. Se così non fosse si potrebbe provare a chiederle l’amicizia (magari con un account Facebook fake, creato ad hoc per l’occasione). Se accettasse, avremmo accesso a tutti i contenuti “riservati” agli amici, che di solito includono foto, post, amici e attività. Se anche questo tentativo fallisse occorrerà ricorrere agli stessi strumenti necessari per spiare le chat di Facebook. Si tratta di vie decisamente meno “etiche” (e, ripetiamo, ancor meno legali). Vediamo quali sono.

Spiare Facebook tramite furto della password

Per spiare chat e profili Facebook altrui senza ricorrere a programmi o applicazioni apposite è necessario avere la possibilità di accedere almeno una volta, anche per pochissimo tempo, a uno dei device con cui la persona in questione si connette a Facebook. Nella stragrande maggioranza dei casi infatti gli utenti consentono al browser utilizzato di salvare le password dei siti utilizzati con più frequenza. Basterà dunque accedere alle impostazioni avanzate del browser e cliccare su “gestisci password” per avere l’intero elenco di tutte le password salvate dal proprietario del device. Una volta conosciuta la password, si potrà dunque accedere al profilo in questione dal proprio pc, in tutta tranquillità.

Altri modi per spiare Facebook: le “app spia” e lo “spear phishing”

Altra via percorribile in caso si abbia accesso al telefono della “vittima” è quella di installarvi una “App spia”. Ne esistono molte, alcune del tutto gratuite, altre con una versione free con funzionalità limitate e una versione avanzata con un prezzo fisso mensile. Esiste, poi, un sistema per ottenere la password dell’account Facebook di una persona, senza necessità di avvicinarsi al suo computer o smartphone. Si tratta dello spear phishing: un sistema abbastanza complesso e decisamente illegale utilizzato spesso per ottenere dati bancari o per mettere in atto truffe di vario tipo. Se ne sconsiglia, dunque, l’utilizzo viste le gravi conseguenze legali che potrebbero derivare per chi venisse scoperto a farne uso.

P&P Investigazioni non utilizza i metodi descritti nell’articolo per lo svolgimento delle proprie indagini, nel pieno rispetto della legge italiana.

Facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail

Rispondi