Separazione: utilizzabili in giudizio le prove prelevate da Facebook

Facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail

separazione: prove su facebookIl Tribunale di Santa Maria Capua Vetere si pronuncia in una delicata materia, quella della riservatezza dei dati pubblicati sui social network di sempre più frequente utilizzo.

Il caso riguarda una coppia di coniugi ormai separati i quali avevano entrambi rinunciato alla richiesta di mantenimento nell’ambito della loro separazione consensuale, poiché autonomi economicamente.

Dopo qualche tempo la donna perde il lavoro e ricorre al Tribunale per la modifica delle condizioni di separazione chiedendo la corresponsione di un assegno di mantenimento anche in considerazione di una grave patologia che aveva ridotto la sua capacità lavorativa.

Il marito si difende asserendo che l’ex moglie intrattiene “notoriamente” una stabile convivenza con un medico, relazione che le consente un tenore di vita anche superiore a quello goduto durante il matrimonio.

Come prova a sostegno della sua asserzione produce alcune immagini della donna in compagnia del nuovo compagno convivente, prelevate dal profilo Facebook della ex moglie.

Continua a leggere >

Fonte: altalex.com

Photo | Flickr by Sam Michel

Facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail

Rispondi

Privacy Policy