Stalker nel condominio della vittima: scatta l’allontanamento 1

Facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail

stalker nel condominio della vittimaCassazione penale , sez. V, sentenza 09.04.2014 n° 15906

Stalker nel condominio della vittima

È legittima la misura cautelare che impone allo stalker di allontanarsi dall’edificio in cui vive la vittima anche quando tale edificio coincide con il condominio dove lo stesso stalker abita assieme alla propria famiglia, in quanto è irrilevante che la misura cautelare influisca negativamente sull’esercizio del diritto alla genitorialità.

Con la sentenza 9 aprile 2014, n. 15906 la Quinta Sezione della Corte di Cassazione interviene nello spinoso ambito delle misure cautelari recentemente introdotte per far fronte all’insidioso e terribile fenomeno delle condotte persecutorie, affermando che in presenza di conclamate e non altrimenti fronteggiabili esigenze di protezione della vittima recedono anche diritti pur astrattamente soppesabili nella commisurazione dello strumento cautelare.

La vicenda

Procedendosi per il reato di stalking, nei confronti del soggetto gravemente indiziato il giudice per le indagini preliminari emette un’ordinanza di allontanamento ai sensi dell’art. 282 ter del codice di rito, provvedimento poi confermato anche in sede di riesame.

La difesa dell’indagato propone ricorso per cassazione nel quale, oltre a dedurre motivi di impugnazione attinenti al quadro indiziario – deponenti per una lettura della vicenda non connotata da gravità e riconducibile nell’alveo di una semplice, ancorché aspra, lite condominiale – si contesta l’adeguatezza e proporzionalità della misura cautelare irrogata.

In particolare, la difesa osserva che il disposto allontanamento dell’indagato dall’edificio dove questi vive con la moglie e le figlie – edificio coincidente con lo stesso stabile condominiale dove ha domicilio la persona offesa – comporta, per effetto della conseguente separazione dal nucleo familiare, una insopportabile lesione del diritto alla genitorialità, in violazione dei principi costituzionali e internazionali sui diritti dell’uomo.

Continua a leggere >

Fonte: altalex.com – Pietro Molino

Photo by sailko 

Facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail

One comment on “Stalker nel condominio della vittima: scatta l’allontanamento

  1. Reply Maria Sabato Mag 5, 2014 09:44

    IO invece sono dovuta scappare,mi trovo a 650 km di distanza nele stesse condizioni,è scandaloso ,oltretutto depredata,danneggiata in tutto cio’ che ho,nell’appartamento e tenuta prigioniera ,se esco sfasciano l’appartamento ,che fare?

Rispondi