Sentenza Cassazione: matrimonio breve e assegno di mantenimento

Facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail

matrimonio breve e assegno di mantenimento

Matrimonio Breve e assegno di mantenimento: ecco il testo della sentenza

Corte di Cassazione civile, sezione sesta, ordinanza n. 18722 del 4 Settembre 2014. Al termine del procedimento di divorzio, il giudice può legittimamente riconoscere alla ex moglie che guadagna 16 volte meno del marito un assegno di mantenimento di soli 200 euro mensili.

Lo chiarisce la Corte di Cassazione facendo notare come nel caso di specie il giudice del merito ha tenuto conto non solo del livello di vita del coniuge benestante, ma anche della breve durata del vincolo coniugale, di fatto di soli due anni.

Nella sentenza si fa notare come al fine di determinare l’obbligo e l’entità dell’assegno di mantenimento, il giudice di merito ha a disposizione i criteri elencati all’art. 5, comma sesto, della legge 898/1970 (legge sulla separazione e divorzio; ad esempio, le condizioni dei coniugi, la ragione della decisione di rottura, il reddito di entrambi e la durata del matrimonio).

Continua a leggere >

Fonte: studiocataldi.it – Licia Albertazzi

Facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail

Rispondi