Cassazione: impadronirsi del cellulare della ex per leggere gli SMS è rapina

Facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail

impadronirsi del cellulare

Poco importa che si tratti di una ex fidanzata che probabilmente ha tradito e che la prova del tradimento si possa trovare nei messaggini del telefonino. Secondo la Cassazione impadronirsi con la forza del cellulare della ex fidanzata anche se solo per leggere gli SMS e provare il tradimento, può far scattare una condanna per rapina.

Secondo la Cassazione violare la riservatezza sui contenuti di un cellulare va ad incidere sulla libertà del proprietario e determina un ingiusto profitto anche se solo di tipo “morale”.

Nel caso preso in esame dalla Suprema Corte, un ventiquattrenne ha deciso di impadronirsi del cellulare dell’ex fidanzata strattonandola.

Nella sentenza (numero 11467/2015) la Cassazione fa notare che “l’instaurazione di una relazione sentimentale fra due persone appartiene alla sfera della libertà e rientra nel diritto inviolabile all’autodeterminazione fondato sull’articolo 2 della Costituzione, dal momento che non può darsi una piena ed effettiva garanzia dei diritti inviolabili dell’uomo (e della donna) senza che sia rispettata la sua libertà di autodeterminazione”.

Continua a leggere >

Fonte: studiocataldi.it

Facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail

Rispondi