Fino a quando Equitalia può riscuotere le imposte sui redditi?

Facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail

scadenze equitalia

L’attività di riscossione svolta da Equitalia per il pagamento di una determinata imposta è soggetta a termini di decadenza e di prescrizione.

In particolare, Equitalia può agire nei confronti del contribuente solo se notifica l’avviso di accertamento, a pena di decadenza, entro cinque anni dalla data di scadenza del termine per il pagamento del tributo.

In ogni caso l’azione di riscossione deve essere avviata entro il termine di prescrizione previsto per il singolo tributo oggetto di accertamento (per esempio: dieci anni nel caso delle imposte sui redditi, tre anni nel caso del bollo auto ecc.).

Prendiamo l’esempio delle imposte sui redditi (che si prescrivono in dieci anni): Equitalia può pretendere il pagamento del tributo per dieci anni, ma deve notificare l’avviso di accertamento entro cinque anni dalla scadenza del termine per il pagamento.

Se Equitalia notifica l’avviso oltre i cinque anni decade dal potere di riscossione e non può agire mediante ruolo nei confronti del contribuente (anche se il tributo non si è ancora prescritto).

Continua a leggere >

Fonte: laleggepertutti.it

Photo by Jeff Kubina

Facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail

Rispondi

Privacy Policy