Violenza sui minori: 10 indizi utili per capire se un bimbo subisce abusi 1

Facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail

violenza sui minori

Violenza sui minori: non è affatto facile scoprire il disagio di chi subisce molestie, soprattutto quando non si hanno gli strumenti per comprendere il linguaggio muto di chi non riesce ad esprimerlo: ecco dei dettagli comportamentali che possono essere la spia di un malessere da valutare sempre con l’aiuto di uno specialista.

La vicenda di Caivano è solo l’ultima, l’ennesima tragedia che coinvolge una bambina vittima di una violenza bestiale da parte di chi dovrebbe essere un uomo adulto e invece è solo un misero infame.

E ancora una volta, con la forza disumana dello sconforto, vicende del genere oltrepassano i confini territoriali del quartiere in cui accadono e diventano la rabbia che serra i pugni di una nazione intera, basita davanti all’impossibilità di fermare quelli che con un termine tanto esaustivo quanto comunque irreale vengono definiti ‘orchi’ che attentano all’innocenza di chi non sa difendersi.

Tuttavia, esistono degli indizi, almeno 10, che pur non costituendo certezza assoluta sull’esistenza di un abuso ai danni di un minore, possono aiutare il genitore a capire che un qualche disagio si sta manifestando in qualche modo, dettagli importanti da valutare sempre con il supporto di un valido specialista.

“I segnali, in gergo tecnico, vengono chiamati ‘indicatori'”, ha spiegato Giuseppe Maiolo a Vaniity Fair, psicoanalista, docente di Educazione alla sessualità alla Facoltà di Scienze della Formazione dell’Università di Bolzano e autore del libro ‘Attenti al lupo cattivo – Riconoscere l’abuso e proteggere i bambini’: “Questo vuol dire che non esistono prove certe, ma solo indicazioni, da interpretare sempre con molta attenzione e con l’aiuto di uno specialista. Nessuno di questi, se svincolato dal contesto, ha una validità assoluta”.

1) Un bambino vittima di abusi è un bambino confuso, che non conosce le parole per raccontare quello che sta vivendo. Più è piccolo e più è privo di strumenti per capire quello che gli accade. Però ogni bambino ha un codice personale per esprimere il suo dramma: prima di tutto il cambiamento, improvviso.

2) Questo cambiamento può riguardare le sue funzioni biologiche più ordinarie: può iniziare a avere difficoltà a dormire in modo regolare o rifiutare il cibo. O, ancora, può cominciare ad avere strane paure.

3) Alcuni bambini mostrano cambiamenti di umore: passano da essere allegri e sereni a taciturni e depressi. Quelli più grandi, anche se fanno parte di un gruppetto di amici, possono cominciare a isolarsi e a rifiutare di vedere i compagni.

4) Possono dare segni di regressione alle fasi di sviluppo precedenti: ad esempio, possono tornare a bagnare il letto.

5) Alcuni bambini diventando o troppo aggressivi, in modo improvviso, oppure troppo buoni e remissivi.

Continua a leggere >

Fonte: today.it

Se pensi che un minore stia subendo abusi contattaci, la nostra agenzia investigativa conduce mirate attività di indagini per attestare eventuali abusi e violenze su minori, sia in famiglia che all’esterno.

Photo by Capture Queen
Facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail

One comment on “Violenza sui minori: 10 indizi utili per capire se un bimbo subisce abusi

  1. Reply rita Ott 21, 2014 14:54

    “I bambini hanno un legame con il mondo invisibile: nel momento in cui incontrate un bambino e dovete occuparvi di lui, rifletteteci. Pensate anche che quel bambino vi è stato inviato per risvegliare in voi qualcosa di delicato, di poetico, di spirituale… Accanto a ogni bambino c’è un angelo custode specialmente incaricato di vegliare su di lui, poiché il Cielo non lascia i bambini sotto la sola protezione dei genitori. Tra gli ordini angelici ne esiste uno incaricato in modo particolare di prendersi cura dei bambini: è l’ordine degli Elohim nella sefirah Netsah. E se gli angeli custodi vedono che anche voi siete premurosi con i bambini, che volete proteggerli dal male e pensate al risveglio della loro anima, vi daranno le loro benedizioni. ”

    Omraam Mikhaël Aïvanhov

Rispondi