Professore pedofilo agli arresti domiciliari: sesso con un’alunna

Facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail

professore pedofilo

Nel corso dell’interrogatorio è stato accertato, infatti, dalle indagini che la stragrande maggioranza degli incontri sessuali avvenivano a scuola, un istituto superiore cittadino, durante delle lezioni individuali. Il professore avrebbe approfittato della ragazzina per circa un anno.

L’insegnante arrestato sabato 21 marzo con l’accusa di aver compiuto atti sessuali con un’allieva di 14 anni si è difeso davanti al Gip Matteo Grimaldi spiegando che la loro era una relazione sentimentale condivisa. I fatti risalgono a circa un anno fa e sono avvenuti in una scuola superiore di Mantova.

Il giudice per le indagini preliminari non ha creduto alle parole del 46enne e ha convalidato l’arresto, mandando, però, il professore agli arresti domiciliari nella casa della madre, a Mantova. Lui è sposato e senza figli ma certo non poteva essere assegnato nell’abitazione coniugale, a contatto con la moglie.

Nel corso dell’interrogatorio è stato accertato, infatti, dalle indagini che la stragrande maggioranza degli incontri sessuali avvenivano a scuola, un istituto superiore cittadino, durante delle lezioni individuali. Il professore pedofilo avrebbe approfittato della ragazzina per circa un anno.

Il padre della ragazza, oggi 15enne si era rivolto alla questura dopo aver letto alcuni sms piccanti del prof sul cellulare della figlia. La Squadra Mobile a quel punto ha cominciato le indagini a base di intercettazioni telefoniche e ambientali.

Continua a leggere >

Fonte: gazzettadimantova.gelocal.it

Facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail

Rispondi