Pedofilia: Google segnala foto sospette nell’email

Facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail

pedofilia e gmail

Un uomo negli Usa è stato arrestato dopo una segnalazione fatta da Google, per delle foto pedopornografiche sulla mail. Torna la polemica sulla privacy e la sicurezza sul web

John Henry Skillern di Houston, in Texas, è stato arrestato dopo che Mountain View ha mandato una segnalazione al National Center for Missing and Exploited Children: sulla sua mail era stato trovato del materiale pedopornografico. Insomma è stato Google a incastrare l’uomo. Anche il detective che si è occupato del caso lo ha ammesso: io non posso sapere cosa quest’uomo abbia nella sua casella di posta. Google può.

E in effetti l’uomo era già segnalato per crimini sessuali e una ricerca più approfondita ha portato alla luce altro materiale pedopornografico sul suo computer. Ma questa vicenda porta alla luce l’eterna polemica tra sicurezza sul web e rispetto della privacy: da un lato la tecnologia permette di catturare questi criminali in modo più veloce ma dall’altro le nuove policy in materia di immagini sui minori aprono nuovi scenari sulla privacy degli utenti.

Continua a leggere >

Fonte: today.it

Photo by notoriousxl
Facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail

Rispondi