Facebook e privacy minorenni: con le nuove regole aumenta il rischio di pedofilia e cyberbullismo

Facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail

facebook privacy minoriParziale passo indietro di Facebook sulle regole relative alla privacy per i minorenni: permane il divieto di avere un profilo per gli under 13, ma adesso gli utenti tra i 13 e i 17 anni potranno condividere pubblicamente i propri contenuti postati sul popolare social network. Preoccupazione per i rischi legati a pedofilia e cyberbullismo.

Facebook e privacy minorenni, un binomio difficile che si complica ulteriormente. Dopo la decisione di togliere la possibilità di nascondere il proprio profilo dai risultati della ricerca, l’impero guidato da Mark Zuckerberg sembra voler intraprendere la strada di una maggiore permissività nei confronti dei suoi utenti minorenni.

Non tanto per amore di libertà, è lecito pensare, quanto per il fondato timore di veder migrare gli utenti più giovani verso altre piattaforme social che non prevedono misure restrittive per i minorenni, come ad esempio Twitter che, secondo un recente studio americano, sembra aver preso il posto di Facebook nel cuore degli adolescenti.

Continua a leggere >

Fonte: forexinfo.it

Facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail

Rispondi