Efficacia probatoria di fax, telegrammi e lettere

Facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail

efficacia probatoria lettera

Le comunicazioni scritte tra le parti relative a fatti oggetto di causa sono scritture private che hanno un diverso valore di prova a seconda delle modalità con cui sono inviate.

In questo articolo ci occuperemo delle principali caratteristiche di fax, telegrammi, lettere e della loro efficacia probatoria all’interno nel processo.

Fax

Tale modalità di trasmissione costituisce valido equipollente dell’invio dell’atto a mezzo posta. Il fax documenta l’avvenuta trasmissione, ma non se ne può affermare la certezza giuridica, in quanto data e ora di trasmissione sono registrati sul rapporto di trasmissione in base ai dati impostati nel telefono da cui il fax è spedito.

In ogni caso, è sempre consigliabile stampare il rapporto che deve contenere il numero del fax da cui il documento è stato spedito, il numero di quello che lo ha ricevuto, la data e l’ora ed il numero delle pagine spedite.

Il documento inviato via fax ha lo stesso valore probatorio dell’originale e fa piena prova di quanto in esso contenuto e dell’avvenuta trasmissione, a condizione che non venga contestato o disconosciuto dal soggetto contro il quale è prodotto.

Pertanto, in caso di contestazione sulla conformità del documento trasmesso rispetto all’originale, è necessario che la parte interessata fornisca prove idonee circa la difformità della copia inviata.

La mancata ricezione del fax a causa del difetto di funzionamento dell’apparecchio del destinatario non può essere provata tramite la ricevuta attestante un intervento di manutenzione priva di data certa e proveniente da un tecnico di fiducia del destinatario medesimo.

Continua a leggere >

Fonte: laleggepertutti.it

Photo by Gideon Tsang

Facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail

Rispondi