Una società italiana alla base del futuro delle intercettazioni su smartphone

Facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail

intercettazioni su smartphone

Il futuro delle intercettazioni su smartphone.

Hacking Team è una compagnia italiana che sta facendo parlare di sé, negli ultimi giorni, per aver sviluppato un sistema software in grado di monitorare le attività di qualsiasi smartphone, a detta degli esponenti del gruppo.

Remote Control System, come scrive PhoneArena, ignora la cifratura delle più importanti piattaforme mobile e permette di inviare i dati contenuti in un dispositivo a server remoti. Il sistema è pensato per “fini benevoli”, nello specifico per le intercettazioni compiute dai governi o dalle agenzie governative. Il sistema permette il controllo e la gestione di dispositivi iOS, Android, Windows Phone e BlackBerry.

Il metodo progettato dai ragazzi italiani è, inoltre, interamente invisibile da parte del possessore dello smartphone “infetto” e non influenzerà il comportamento, le performance o l’autonomia dello stesso. Il software può essere installato anche da remoto e consente non solo di accedere ai file del dispositivo, ma anche di monitorare tutte le attività svolte dal proprietario. Le informazioni raccolte vengono trasmesse ad un server RCS e crittografate.

La società ha ammesso di essere riuscita ad eseguire l’hack anche su Windows Phone sfruttando una vulnerabilità del sistema che permette l’esecuzione di codice da parte di applicazioni terze, anche se non certificate dal sistema operativo.

Continua a leggere >

Fonte: hwupgrade.it

Photo by Jon Fingas

Facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail

Rispondi

Privacy Policy