Cellulare sotto controllo con le intercettazioni telefoniche

Facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail

Il sospetto di essere il bersaglio di intercettazioni telefoniche si palesa quando ci si accorge che in qualche modo trapelano delle informazioni riservate che erano state trasmesse telefonicamente. Sorge spontaneo chiedersi se il proprio cellulare è intercettato da qualcuno, e quali sono i controlli da compiere per verificare se si è vittima di intercettazione telefonica.

Gli attuali smartphone sono dei dispositivi molto sofisticati, praticamente dei computer tascabili, ma proprio poiché rendono possibile l’esecuzione di applicazioni realizzate da terzi, comportano il rischio di  subire una serie di attività finalizzate a compiere l’intercettazione telefonica. Le possibilità offerte dalla tecnologia attuale per controllare un cellulare a distanza sono infatti molteplici: si va dall’installazione di app spia all’occultamento di microspie all’interno dell’hardware del cellulare. Tuttavia se si ha il sospetto di avere il telefono sotto controllo, è possibile operare delle contromisure al fine di verificare se effettivamente si è in balia di malintenzionati che sanno come controllare un cellulare.

intercettazioni telefoniche

Apparecchi contraffatti per intercettazioni telefoniche

Un primo metodo per mettere in atto un piano di intercettazioni telefoniche è quello di recapitare e far usare all’obiettivo un apparecchio telefonico all’apparenza normale, ma che nasconde una o più modifiche all’hardware o al software che gli consentono di diventare una vera e propria microspia ambientale, che consentirebbe di intercettare sia le conversazioni telefoniche che quelle personali che dovessero avvenire in presenza dell’apparecchio contraffatto.

Indizi per accorgersi di un apparecchio contraffatto

Di solito lo spegnimento di tali dispositivi è soltanto apparentemente. Continuano quindi a funzionare anche dopo aver effettuato la consueta procedura di spegnimento. Gli indizi che possono far sospettare questa situazione sono un abbassamento inconsueto del livello della batteria nonostante l’inattività o addirittura lo spegnimento del dispositivo, oppure un aumento della temperatura non giustificabile per  dispositivo che dovrebbe essere spento. Inoltre la presenza di interferenze con altri dispositivi elettronici nonostante sia spento, è un evidente segnale di attività in corso.

Soluzioni possibili

Per evitare le intercettazioni telefoniche tramite un cellulare sotto controllo è necessario sostituire il cellulare con un altro apparecchio, possibilmente nuovo. Se non fosse possibile cambiare telefonino, è consigliabile almeno rimuovere la batteria dal cellulare (se questo lo consente) in caso di conversazioni personali riservate.

Intercettazioni telefoniche grazie alla compagnia fornitrice

Un altro modo possibile per mettere in opera un piano di intercettazioni telefoniche è richiedere al gestore di  telefonia fornitore del soggetto spiato l’accesso ai tabulati delle sue telefonate e dei suoi messaggi, o addirittura l’ascolto delle sue conversazioni in tempo reale. Questo è però un metodo disponibile per le sole forze dell’ordine che, identificate le utenze telefoniche associate ad un individuo, possono richiedere al giudice l’autorizzazione ad ascoltare le telefonate del sospettato in fase di indagine.

Intercettazioni telefoniche tramite software spia

Come accennato in precedenza, i moderni smartphone dispongono di sistemi operativi ampiamente diffusi che risultano facili da compromettere tramite l’installazione di particolari applicazioni, dette app spia, che consentono illecitamente di controllare un cellulare a distanza, spiando telefonate, messaggi, chat, ecc. L’installazione sul proprio device di tali app può avvenire in modi differenti: se si riesce ad entrare nella disponibilità del cellulare anche per pochi minuti è possibile scaricare ed installare un malware, che solitamente rimane occultato nel sistema ed è molto difficile individuarlo. Esistono però anche dei metodi con cui si riesce a compromettere il cellulare anche a distanza; ad esempio eseguendo un allegato malevolo, ricevuto via mail o via chat, può infatti essere avviato il processo di installazione di uno spyware.

Indizi per accorgersi di intercettazioni telefoniche tramite software spia

Il sospetto che il proprio telefono sia sotto controllo può essere avvalorato da alcuni particolari che possono tradire l’attività di un’app indesiderata:

  • Rapido abbassamento della durata media della batteria: se in un intervallo di tempo limitato si osserva un drastico calo della durata della carica, potrebbe essere dovuto alla presenza di software che agiscono in background utilizzando le risorse del cellulare.
  • Anomalo aumento della temperatura del cellulare. Durante lo standby un funzionamento in background del cellulare potrebbe riscaldare la batteria e quindi tradire la presenza di un software nascosto.
  • Consumi anomali del credito. Di solito i software per intercettazioni telefoniche inviano i dati in remoto utilizzando la linea dati o gli sms attingendo al proprio piano tariffario. Rilevare le anomalie ai consumi può quindi essere il primo passo per scoprire la presenza di abusi.
  • Accensione improvvisa dello schermo del cellulare in standby. L’attivazione spontanea del dispositivo potrebbe tradire la presenza di un’app che si avvia autonomamente.

Soluzioni possibili

riportare lo smartphone alle impostazioni di fabbrica dopo aver eseguito un salvataggio dei soli contenuti importanti (contatti, fotografie, messaggi), tramite apposita procedura di reset, può essere la soluzione migliore per liberarsi dell’app installata. Se anche questa procedura non risolve il problema è possibile riprogrammare il cellulare con apposite modalità indicate dal produttore.

Conclusioni

Ci teniamo a precisare che qualsiasi forma di intercettazione telefonica o di spionaggio tramite software spia è totalmente illegale. Questo potente strumento è giustamente a disposizione delle sole forze dell’ordine, unici soggetti deputati a procedere in tal senso, tra l’altro solo previa autorizzazione del magistrato competente.

Tuttavia la cronaca ci insegna che purtroppo non è sempre così, e si potrebbe essere oggetto di controllo telefonico anche per motivi legati alla propria sfera lavorativa o familiare.

Se si ha il sospetto di essere bersagli di intercettazioni telefoniche, la soluzione migliore è rivolgersi ai professionisti in bonifiche elettroniche e analisi forense che grazie a competenze e professionalità specifiche consento di verificare l’effettiva sussistenza di sistemi di intercettazione sul proprio cellulare o negli ambienti solitamente frequentati.

Facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail

Rispondi