È possibile perdonare un tradimento?

Facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail

Scoprire un tradimento è sicuramente un duro colpo. Sia che sia stato confessato, sia che sia stato smascherato, magari con l’aiuto di agenzie investigative specializzate in indagini sull’infedeltà coniugale, l’effetto sulla coppia sarà il più delle volte devastante. Ciò non significa, però, che il rapporto sia irrecuperabile. Se si riesce a perdonare il tradimento, infatti, la coppia potrebbe uscirne più forte e matura di prima. Perché ciò accada è necessario essere molto motivati ed evitare alcuni comportamenti che non farebbero altro che esasperare la relazione portandola al termine o, il che forse è peggio, a mantenerla in piedi nonostante non ci sia più amore reciproco.

perdonare un tradimento

Per superare un tradimento occorrono tempo e pazienza

Il perdono del tradimento è un processo molto lento e complesso al quale non si può mettere fretta. È necessaria una vera e propria elaborazione di quello che è accaduto, che all’inizio può apparire impossibile. È dunque importante concedersi la possibilità di vivere appieno la rabbia e la delusione provocati dal comportamento del partner. Solo quando questa prima fase si sarà conclusa, o quanto meno metabolizzata, si potrà guardare le cose con può lucidità e magari cercare di comprendere le ragioni che hanno portato il partner a tradire la nostra fiducia. Alla base del tradimento, infatti, potrebbe esserci una problematica della coppia che non è mai stata affrontata.

Come perdonare un tradimento: gli errori da evitare

Qualora si decida di provare a superare un tradimento e a ricostruire la coppia, è importante non confondere il perdono con la sopportazione. Chi decida di sopportare il partner “nonostante” le sue azioni è destinato a un rapporto infelice fatto di rabbia e rancore repressi. Anche l’atteggiamento opposto, ossia provare a dimenticare l’accaduto, non porterà niente di buono alla coppia. Il tradimento è un campanello d’allarme che non può semplicemente essere ignorato, altrimenti il rischio di una nuova crisi sarà altissimo. Vanno evitati anche atteggiamenti di “rivalsa” sul partner traditore: l’eterna recriminazione, infatti, inasprirebbe i rapporti e finirebbe per rendere invivibile la relazione che si vuole salvare. Occorre, insomma, trovare un nuovo equilibrio all’interno di una coppia non più integra come prima ma che, se curata nei modi giusti, può tornare a essere forte e solida.

Non sempre si può perdonare

Naturalmente non tutti i tradimenti si possono perdonare. Ogni caso è a sé stante e va analizzato in tutta la sua unicità. Ci sono tradimenti dettati dall’assenza di reale affetto nei confronti del partner, che non andrebbero perdonati, ma piuttosto presi come slancio per chiudere una relazione chiaramente unilaterale. Più semplicemente, può darsi che non ci si senta in grado di perdonare un tradimento. In tal caso, se si ha la certezza di non poter riacquistare la fiducia nel partner traditore, provare a restare insieme potrebbe diventare una tortura per entrambi. Può succedere di non voler perdonare un partner che ci abbia già tradito in altre occasioni. Le possibilità sono infinite e ognuna andrebbe analizzata nello specifico con tutta la lucidità possibile. Può essere d’estremo aiuto, dunque, rivolgersi a un terapeuta che possa consigliare alla coppia, o anche ai due partner singolarmente, il giusto approccio per superare un momento così difficile.

Facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail

Rispondi