A Lugano apre la camera del tradimento 1

Facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail

camera del tradimento lugano

Ha aperto da pochi mesi, la prima camera a ore in Ticino, ma riscuote già un notevole successo. I prezzi vanno dai 100 franchi in su, la discrezione è assicurata. Da tempo, in molti paesi del mondo, coppie di amanti infedeli usano rifugiarsi nella discrezione delle camere a ore per dare libero sfogo alle proprie pulsioni.

Camere confortevoli e soprattutto riservabili anonimamente, per qualche momento di sesso al riparo da sguardi indesiderati. Insomma, un paradiso dell’infedeltà extraconiugale.

Il Ticino, già noto come terra dei bordelli, sembrava essere stato risparmiato da questo fenomeno. Tradimento mercenario sì, tradimento libero no. Sembrava, però. Perché qualche mese fa, un po’ alla chetichella, anche qui è entrata in funzione la prima camera a ore.

E funziona, tanto che i suoi promotori stanno già pensando di aprirne altre. Questa prima camera del tradimento nostrana si trova a Lugano-Paradiso, ed è gestita dalla società lucernese Seitensprungzimmer.

Come detto, ha aperto i battenti alcuni mesi fa, conquistandosi nel frattempo già un nutrito gruppo di fedeli clienti dediti all’infedeltà, che preferiscono appartarsi in quella discretissima stanza anziché affrontare i rischi di una prenotazione in albergo.

Buona parte dei clienti, ci spiega il responsabile della Seitensprungzimmer, sono ticinesi, ma si contano pure arrivi dalla vicina Italia. Pochi i turisti: d’altronde loro hanno solitamente già una camera d’albergo, o perlomeno una tenda.

Continua a leggere >

Fonte: ticinonews.ch

Photo by quaddles
Facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail

One comment on “A Lugano apre la camera del tradimento

  1. Reply rita Ott 21, 2014 10:51

    “È esistita un’epoca in cui gli esseri erano veramente capaci di amarsi e di restare fedeli, e perciò a quel tempo non esisteva l’istituzione del matrimonio. Il matrimonio è stato istituito perché gli esseri umani non sapevano più amare. È stato per costringerli a rispettare i propri impegni che si sono dovute inventare delle leggi, dei sacramenti, ecc. Quando c’è l’amore, si ha forse bisogno di carte, di contratti, di un sindaco o di un curato? E poi, tutte quelle carte, quei sindaci e quei curati possono forse impedire alle coppie sposate di tradirsi, di sbranarsi e di separarsi? No, purtroppo. Quando c’è l’amore, non si ha bisogno di nient’altro perché duri eternante, nemmeno della benedizione dei sacerdoti, perché Dio ha già dato la Sua benedizione. Dio è nell’amore di coloro che si amano veramente, ed è questa l’unica benedizione autentica: l’amore stesso”.

    Omraam Mikhaël Aïvanhov

Rispondi

Privacy Policy