Aumentano i tradimenti a Capodanno: come scoprire un traditore?

Facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail

tradimenti a capodanno

«Natale con i tuoi, Capodanno con chi vuoi», è questa la filosofia dei traditori, che dichiarano di astenersi dal tradimento e di dedicarsi solo alla famiglia in occasione delle feste natalizie. Sarà che a Natale si è più buoni, ma chi è affezionato alla pratica del tradimento non resiste certamente a trasgredire per così a lungo e, alla fine, cede in occasione della notte di San Silvestro.

TRADIMENTI A CAPODANNO – Da alcuni studi statistici pare che l’aria di Natale, la tradizione di stare in famiglia, complice la religiosità, il bisogno di ritrovarsi, i ritmi più lenti che portano al relax in casa, siano l’incentivo al compimento di azioni corrette, di rinverdimento del rapporto di coppia. Dunque, è questo il periodo dell’anno in cui le coppie sposate portano più volentieri la fede al dito. Ma il “vizietto” dei fedifraghi di andare a letto con l’amante e non con il proprio partner si sposa bene con i botti della notte di Capodanno e, dunque, c’è da stare più attenti a non portare le corna in occasione del primo dell’anno.

COME RICONOSCERE UN TRADITORE – Complice, forse, la modernità dei tempi che corrono, da quel che si legge, il tradimento è un fenomeno che negli ultimi anni si è diffuso a macchia d’olio. Dunque, di traditori ne è veramente pieno zeppo il mondo. Ma come è possibile riconoscere un traditore doc? Si tratta senza dubbi di un’operazione difficilissima, ma non impossibile. I luoghi comuni insegnano che chi è maggiormente propenso all’infedeltà è generalmente una persona che viaggia spesso per lavoro. Concetto decisamente non sbagliato: lo conferma anche questo la statistica. Un detto, che invece, ci tocca assolutamente smentire è quello che dice che «il tradimento è uomo». Assolutamente scorretto: in realtà, anche le donne consumano scappatelle su scappatelle.

E come si comporta, generalmente, il traditore? Chi ha tradito ha il vizio di toccarsi il naso, di passarsi la mano tra i capelli e di non mantenere lo sguardo fisso. Subito dopo il primo tradimento l’infedele ha nuove abitudini e si notano nella sua quotidianità cambiamenti radicali. Inoltre, è una caratteristica comune agli infedeli, quella della sbadataggine: il traditore ha la testa tra le nuvole e meno tempo da dedicare alle questioni di coppia, il lavoro lo assilla e l’appuntamento settimanale con la palestra, il calcetto o con le amiche, si è raddoppiato. Cambia versione dei fatti, emergono nuovi dettagli sospetti e mostra un nervosismo dilagante.

Continua a leggere >

Fonte: wakeupnews.eu

Photo by Eleazar

Facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail

Rispondi