Arrestata dipendente infedele alle Poste: aveva intascato 600mila euro

Facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail

dipendente infedele alle poste

Le indagini della polizia hanno permesso di risalire alla sua identità e svelare il mistero dei soldi sottratti ai risparmiatori

Senza farsi scoprire, giorno dopo giorno, aveva sottratto ai risparmiatori e intascato ben 600mila euro. Per questo motivo, stamattina, una dipendente infedele di un ufficio postale della provincia di Frosinone è stata arrestata dalla polizia di Stato che è riuscita a risalire alla sua identità e a svelare il mistero dei soldi che sparivano dalle casse della posta dopo un’articolata serie di indagini.

La donna, 50 anni, sceglieva le sue vittime sulla base della loro disponibilità economica e dell’età anagrafica. Una volta verificata la posizione di buoni postali invitava i clienti per la conversione del credito e il reinvestimento.

L’operazione apparentemente era corretta ma di fatto le somme solo parzialmente transitavano sui nuovi libretti postali o consegnate.Infatti approfittando della buona fede delle vittime nel cambio da lire ad euro consegnava loro somme di gran lunga inferiori a quelle maturate con i relativi interessi.

Continua a leggere >

Fonte: roma.repubblica.it

P & P INVESTIGAZIONI svolge indagini su infedeltà dei dipendenti e assenteismo. Se vuoi eliminare ogni dubbio contattaci per una consulenza personalizzata e un preventivo gratuito!

Photo by Mattes
Facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail

Rispondi