Pignoramento di Equitalia su un immobile ereditato

Facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail

pignoramento immobile ereditatoPignoramento di Equitalia su un immobile ereditato

Esecuzione forzata immobiliare esattoriale: acquisto tramite eredità del bene pignorato e accettazione tacita dell’eredità.

In materia di espropriazione immobiliare esattoriale, qualora Equitalia sottoponga a pignoramento il diritto di proprietà che il debitore vanta su un immobile a lui pervenuto tramite eredità e quest’ultimo non abbia ancora trascritto l’accettazione dell’eredità, l’agente della riscossione, se il chiamato all’eredità ha compiuto uno degli atti che comportano accettazione tacita dell’eredità, può richiedere, a sua cura e spese, la trascrizione, prima di disporre la vendita forzata.

A dirlo è stata una recente sentenza della Cassazione (n. 11638 del 26.05.2014).

Qualora, invece, il chiamato all’eredità abbia compiuto uno degli atti che comportano accettazione tacita dell’eredità ma questo non sia trascrivibile, la vendita potrà essere disposta solo dopo che la qualità di erede del debitore esecutato sia accertata con sentenza.

Secondo il codice civile l’erede accetta tacitamente l’eredità quando compie un atto che presuppone necessariamente la sua volontà di accettare e che non avrebbe il diritto di fare se non fosse proprio per la sua qualità di erede.

Continua a leggere >

Fonte: laleggepertutti.it

Facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail

Rispondi

Privacy Policy