Eredità in separazione dei beni

Facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail

eredità in separazione dei beni

Come funziona l’eredità in separazione dei beni? Quali parti del patrimonio eredita il coniuge superstite?

Sono sposata con separazione dei beni, cosa succede se il coniuge muore? Che diritti ho dopo la morte di mio marito, visto che ha due figli dal suo primo matrimonio. Mio marito ha comprato un appartamento e due auto prima del nostro matrimonio tre anni fa, in più ha un po’ di soldi in banca. Mio marito è affetto da una malattia incurabile e purtroppo non gli resta che qualche mese da  come ha detto il mio medico. Voglio conoscere i miei diritti e cosa devo fare dopo la morte di mio marito per entrare in possesso dell’eredità. Vi ringrazio e aspetto la vostra risposta.

Gentile Signora,

innanzitutto, tengo a precisare che, ai fini ereditari, non ha rilevanza il regime patrimoniale dei coniugi, sia esso di comunione o di separazione. Infatti, la scelta adottata dai consorti, al tempo del matrimonio, non incide in alcun modo sui diritti successori, bensì unicamente sulle modalità di calcolo del patrimonio posto in eredità.

In altre parole, in caso di comunione, solo il 50% dei beni del defunto (ad eccezione di quelli che non vi rientrano) verrà ripartito tra gli eredi, dal momento che la restante metà continuerà ad appartenere direttamente al coniuge superstite, in virtù della condivisione.

Diversamente, nel regime di separazione, vale a dire nel suo caso, ricadrà in successione l’intero patrimonio che sarà considerato divisibile tra gli eredi al 100%.

Continua a leggere >

Fonte: miseparo.it

Photo by Simone Tagliaferri

Facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail

Rispondi

Privacy Policy