Divorzio con coniuge irreperibile: come comportarsi?

Facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail

divorzio con coniuge irreperibile

Divorzio con coniuge irreperibile: come comportarsi?

Come e’ possibile chiudere una pratica di divorzio (dopo trascorsi i tre anni dalla separazione congiunta) se uno dei due coniugi non è più rintracciabile? C’è possibilità di avere comunque il divorzio?

Innanzitutto, bisogna vedere cosa vuol dire «irrintracciabile».

Bisogna fare una ricerca anagrafica e vedere se è stato effettivamente cancellato per irreperibilità.

Dopodichè, ed in caso affermativo, si deve commissionare una indagine investigativa ad una apposita agenzia per vedere se è possibile in qualche modo risalire al luogo in cui, nonostante la dichiarazione di irreperibilità, questa persona è andata a stare.

Se anche l’agenzia confermasse che non c’è modo di rintracciare il coniuge, come a volte accade con coniugi cittadini di altri Stati, che magari sono tornati nei paesi d’origine senza lasciare tracce utili, si può procedere a depositare il ricorso per divorzio, che andrà poi notificato con il rito degli irreperibili.

Continua al leggere >

Fonte: blog.solignani.it – Avv. Tiziano Solignani

Facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail

Rispondi