Recupero dati Raid: cos’è e come funziona

Facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail

Quando si parla di RAID, ci si riferisce a una tecnica di installazione usata per realizzare server o workstation, sistemi informatici che contengono enormi quantità di dati. Si basa sull’utilizzo di vari hard disk, collegati fra loro in sequenza così da ottenere un’unità singola, all’interno della quale i dati si salvano suddivisi in frammenti, uno per ciascuno dei dischi impiegati. Di seguito, vedremo nel dettaglio come funziona, nonché quali sono i costi e le tempistiche legati al recupero dei dati da RAID.

recupero dati raid

Benefici della tecnica RAID

Questa tecnica comporta una serie notevole di vantaggi. Per prima cosa, il sistema sarà più veloce e performante. Sarà, poi, possibile archiviare molte informazioni senza rischiare di perderle. Infatti, il RAID consente il recupero dati anche qualora uno degli hard disk si rompa. Non essendoci soluzione di continuità nel suo funzionamento, un server basato sul RAID funziona 24 ore su 24. Pertanto, è particolarmente consigliato alle aziende o comunque, a tutti i soggetti che abbiano bisogno di gestire grandi flussi di informazioni senza interrompere il proprio servizio.

Recupero dati RAID 5: come porre rimedio a un malfunzionamento

Il RAID può essere di tanti tipi diversi ma il più diffuso è quello contrassegnato dal numero 5. Grazie all’impiego di molti hard disk in sequenza e al fatto che sia presente almeno una copia di ogni dato, il RAID 5 è un modo sicuro per preservare le informazioni. Ciò non toglie che si possa incappare in malfunzionamenti o guasti che minino la sicurezza degli stessi dati. È il caso, ad esempio, di un problema all’alimentazione, di cui può essere conseguenza lo spegnimento del sistema. Ma anche gli stessi hard disk possono rompersi. Nel caso succeda ad uno solo di questi, non è il caso di allarmarsi, proprio perché il RAID 5 è capace di gestire la situazione. Ma alla rottura del secondo hard disk cominciano i guai e, essendo questa un’operazione abbastanza delicata, è meglio rivolgersi a degli specialisti nel recupero dati per non rischiare di perdere informazioni importanti.

Recuperare file cancellati: costi e tempistiche

Il recupero dati da RAID richiede una notevole competenza e non è consigliabile farlo in autonomia. Non stiamo parlando di recuperare email cancellate o ripristinare foto da chiavette USB o schede SD ma, piuttosto, di un’architettura informatica complessa. Ovviamente, i costi relativi a questo servizio possono variare molto a seconda di quanto tempo viene impiegato. Se la perdita di dati rappresenta un danno economico importante per un’azienda, sarà necessario farlo nel minor tempo possibile, magari in un giorno solo. Se l’intervento ha carattere di emergenza i costi possono lievitare molto. Nel caso appena illustrato, considerando di dover recuperare dati da un solo hard disk, la spesa potrebbe anche superare i 500 euro. Ma se, invece, non fosse così urgente effettuare tale recupero, i costi potrebbero scendere di molto. Un intervento spalmato su 2 o 3 giorni, ad esempio, potrebbe far scendere la cifra sotto i 500 euro. Se, poi, parliamo di una settimana o più, il prezzo finale andrebbe ancora calando.

Facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail

Rispondi