Non c’è concorrenza sleale se il notaio percepisce compensi inferiori ai minimi tariffari

Non c’è concorrenza sleale se il notaio percepisce compensi inferiori ai minimi tariffari
Nella decisione in commento del 17 aprile 2013, n. 9358, i giudici della Corte, nella sezione lavoro, hanno precisato che il notaio che, quando anche offra la propria prestazione lavorativa ad onorari e compensi più contenuti (1) non pone in essere (solamente per ciò) un comportamento di illecita concorrenza. Ricordando precedenti sul tema (2) nella ...

Stalking: basta la volontà di avere comportamenti minacciosi

Stalking: basta la volontà di avere comportamenti minacciosi
Per far scattare il reato di stalking non è necessario che il persecutore sappia prima quale è il risultato che vuole raggiungere: basta la volontà e la consapevolezza di assumere comportamenti minacciosi in grado di condizionare la vittima. La Corte di cassazione, con la sentenza 20993, aggiunge un altro tassello utile all’individuazione del reato di ...

L’infedeltà all’azienda costa il licenziamento

L’infedeltà all’azienda costa il licenziamento
La definizione di fedeltà all’azienda e le sanzioni ai danni dei dipendenti che violano i doveri di correttezza nei confronti del datore di lavoro. Una recente sentenza della Corte di Cassazione chiarisce la spinosa questione del licenziamento per infedeltà all’azienda, sottolineando l’importanza dei doveri di correttezza e buona fede da parte di un dipendente nei ...

Licenziamento pseudo-dirigenti: vige la tutela reale

Licenziamento pseudo-dirigenti: vige la tutela reale
Ai dirigenti per convenzione si applicano le stesse forme di tutela sul licenziamento dei dipendenti subordinati: ecco cosa dice la Cassazione. Una recente sentenza della Corte di Cassazione mette nero su bianco la validità della tutela reale in caso di licenziamento ai danni di un pseudo-dirigente, vale a dire un dipendente al quale il datore ...

Quando è legittimo licenziare i dirigenti?

Quando è legittimo licenziare i dirigenti?
Un’azienda ha il diritto di licenziare un dirigente se si vengono a verificare determinate condizioni che legittimano la chiusura anticipata del contratto. In particolare, sono tre queste condizioni e sono state esplicitate tramite una sentenza della Cassazione, la numero 25145, depositata il 23 dicembre del 2010. Sono i seguenti tre motivi per i quali un ...

La pausa caffè legittima il licenziamento

La pausa caffè legittima il licenziamento
Anche la classica pausa caffè rappresenta una giusta causa di licenziamento, ma solo se l’assenza temporanea del dipendente è tale da rallentare il lavoro. Lo ha affermato una recente sentenza della Corte di Cassazione emessa nei confronti di un impiegato di banca. Scopri la normativa sul licenziamento dei dirigenti per accorpamento incarichi Sebbene non condannando ...

L’infedeltà coniugale può determinare l’addebito della separazione solo se si dimostra che è la causa della crisi della coppia 1

L'infedeltà coniugale può determinare l'addebito della separazione solo se si dimostra che è la causa della crisi della coppia
Corte di Cassazione, sez. I Civile, sentenza 8 novembre 2012 – 9 maggio 2013, n. 11008 Presidente Luccioli – Relatore San Giorgio Svolgimento del processo 1.- Con ricorso depositato il 13 febbraio 2001, R.M.A. , che aveva contratto matrimonio concordatario in data (omissis) con R..M. , convenne in giudizio innanzi al Tribunale di Avezzano quest’ultimo, ...