Sentenza Cassazione: l’assenteismo tattico comporta il licenziamento

Sentenza Cassazione: l'assenteismo tattico comporta il licenziamento
Assenteismo Tattico: legittimo il licenziamento È legittimo il licenziamento del lavoratore assenteista anche se il numero di assenze non supera il periodo di «comporto», cioè la somma dei giorni di malattia consentiti. Lo ha stabilito la Cassazione, in caso di assenteismo tattico, respingendo il ricorso di un lavoratore che con le sue numerose assenze per ...

Cassazione: legittimo il licenziamento del dipendente “pirata della strada”

Cassazione: legittimo il licenziamento del dipendente
Sentenza della Cassazione n. 9597 del 5 Maggio 2014 – Licenziamento del dipendente Automobilisti fate attenzione: l’eccesso di velocità non comporta solo il rischio di una sanzione per la violazione del codice della strada. Se si è abituati a pigiare troppo il piede sull’acceleratore, si corre il rischio di un licenziamento, nel caso in cui ...

Dipendente in permesso retribuito per una gara di ballo. I colleghi chiedono il licenziamento

Dipendente in permesso retribuito per una gara di ballo. I colleghi chiedono il licenziamento
Dipendente in permesso retribuito per una gara di ballo. I lavoratori della Fondazione Benefattori Cremaschi hanno scritto una lettera aperta per chiedere il licenziamento della donna. E’ accusata di aver approfittato della legge 104 (che permette di stare a casa per problemi di disabilità gravi propri o della famiglia) per assentarsi e partecipare a un ...

Funzionario infedele Banca d’Italia sottrae 3,3 milioni di euro

Funzionario infedele Banca d’Italia sottrae 3,3 milioni di euro
Funzionario infedele Banca d’Italia sottrae 3,3 milioni di euro BOLOGNA – Un funzionario della Tesoreria della Banca d’Italia, in servizio prima a Modena poi a Bologna, è indagato per peculato in una indagine della Guardia di Finanza di Modena. Per l’accusa, per oltre un decennio si è appropriato indebitamente di fondi pubblici per oltre 3,27 ...

Licenziamento per giusta causa e stupefacenti: sentenza della Cassazione

Licenziamento per giusta causa e stupefacenti: sentenza della Cassazione
Sentenza della Cassazione su licenziamento per giusta causa e uso di stupefacenti. Suprema Corte di Cassazione Sezione Lavoro Sentenza 6 febbraio – 26 maggio 2014, n. 11715 Presidente Stile – Relatore Tria Svolgimento del processo 1.- La sentenza attualmente impugnata respinge l’appello di AMA – Azienda Municipale Ambiente s.p.a. (d’ora in poi: AMA) avverso la ...

Inammissibile la reintegrazione del dipendente se si riserva di agire per l’accertamento della qualifica dirigenziale

Inammissibile la reintegrazione del dipendente se si riserva di agire per l'accertamento della qualifica dirigenziale
Inammissibile la reintegrazione del dipendente se si riserva di agire per l’accertamento della qualifica dirigenziale Con ricorso ex art. 1, commi 48 e ss della L. 18 giugno 2012 n. 92 (legge Fornero), un dipendente con qualifica di quadro ha lamentato la pretesa illegittimità del licenziamento a lui intimato per giusta causa, chiedendo di essere ...

Condannati i netturbini assenteisti, dovranno risarcire l’Amiu

Condannati i netturbini assenteisti, dovranno risarcire l'Amiu
Il giudice monocratico di Bari Valeria Spagnoletti ha condannato tre ex dipendenti, netturbini assenteisti dell’Amiu, l’azienda comunale barese che si occupa della raccolta dei rifiuti. I tre condannati, a pene comprese tra sette e nove mesi di reclusione e a multe tra gli 80 e i 100 euro, rispondono di truffa e interruzione di pubblico ...

Cassazione: licenziamento dipendente volgare e offensivo

Cassazione: licenziamento dipendente volgare e offensivo
Cassazione: licenziamento dipendente volgare e offensivo La Cassazione, con la sentenza n. 5730, ha esaminato un interessante caso di licenziamento in tronco per il quale in primo grado era stato chiesto dal lavoratore la declaratoria di illegittimità. Il Tribunale di Cagliari aveva ritenuto illegittimo il recesso e, pertanto, disponeva la reintegrazione del ricorrente nel posto ...

Demansionamento: il danno deve essere provato

Demansionamento: il danno deve essere provato
Con la sentenza n. 7818 che riportiamo di seguito, la Cassazione ha affermato che il danno subito a causa del demansionamento deve essere provato dal dipendente. Nel caso specifico, una dipendente del Ministero della Difesa, chiedeva il risarcimento del danno per illegittima dequalificazione subita a seguito del passaggio dalla sezione contratti alla sezione matricola e poi da ...

Licenziamento illegittimo del dipendente malato che va a caccia

Licenziamento illegittimo del dipendente malato che va a caccia
La Cassazione, con la sentenza n. 4869, ha esaminato il caso relativo al licenziamento illegittimo di un uomo, autista e guardia giurata, che era stato visto in abiti da cacciatore nei tre giorni in cui risultava assente dal lavoro per malattia. Per la Cassazione questa circostanza però, non fa venir meno il vincolo fiduciario tra ...