Cassazione: sicurezza sul lavoro, sinistro, responsabilità e colpa

Cassazione: sicurezza sul lavoro, sinistro, responsabilità e colpa
La Cassazione, con la sentenza che si riporta, ha esaminato un caso relativo alla sicurezza sul lavoro e, in base a quanto emerge nella stessa gli ermellini hanno riconosciuto la responsabilità del datore di lavoro anche per gli incidenti che si verificano durante la messa in sicurezza del cantiere. Si legge nella sentenza che “in ...

P & P INVESTIGAZIONI ricerca Account Area Legal

P & P INVESTIGAZIONI ricerca Account Area Legal
L’ottica di forte espansione, spinge la società investigativa P & P INVESTIGAZIONI S.r.l. ad ampliare e rafforzare l’ufficio commerciale di MILANO. Per raggiungere gli obiettivi aziendali prefissati, si ricercano risorse consapevoli ed entusiaste, che raccolgano le sfide e contribuiscano al proprio successo personale ed aziendale. Le risorse, coordinandosi con la Direzione Commerciale, dovranno assicurare la definizione ...

Legittime le investigazioni private sul dipendente per i permessi 104/92

Legittime le investigazioni private sul dipendente per i permessi 104/92
La Cassazione, con sentenza nr. 4984 dello scorso 4 marzo, riconosce il diritto del datore di lavoro di ricorrere anche alle investigazioni private sul dipendente per controllare l’utilizzo dei permessi di cui alla ex 104/92 sia a tutela del patrimonio aziendale che, per verificare l’adempimento delle prestazioni lavorative e quindi di accertare mancanze specifiche dei dipendenti, ...

Licenziamento legittimo di chi usa l’indirizzario dei dipendenti per criticare l’azienda

Licenziamento legittimo di chi usa l’indirizzario dei dipendenti per criticare l’azienda
Licenziamento legittimo del dipendente che ha trasferito l’indirizzario aziendale sul computer del sindacato di cui era dirigente per esprimere via e-mail forti critiche all’operato dell’impresa. Lo ha stabilito la Corte di Cassazione, con la sentenza n. 20715/2013, ritenendo immune da vizi il ragionamento della Corte di Appello di Milano che ha giudicato sussistenti le ragioni ...

Articolo 18: le cause di licenziamento più diffuse

Articolo 18: le cause di licenziamento più diffuse
Quello relativo alle cause di licenziamento è un ambito complesso e spigoloso che, dopo la riforma Fornero, si è oltremodo complicato per effetto di nuove discipline di possibilità di allontanamento dal lavoro, oltre alla riscrittura dell’articolo 18 dello Statuto dei Lavoratori (L. 20 Maggio 1970, n. 300). Sono diverse le ragioni per cui un lavoratore dipendente ...

Il benessere dei dipendenti riduce l’assenteismo e aumenta la produttività

Il benessere dei dipendenti riduce l'assenteismo e aumenta la produttività
Riduzione dell’assenteismo, aumento della produttività, calo del numero di incidenti dovuto alla negligenza personale. Se una corretta, personalizzata e monitorata alimentazione, un’attività fisica regolare, il controllo dell’alcol e del fumo sono gli strumenti più efficaci per prevenire le malattie del nostro tempo, recenti studi medici hanno confermato che il benessere dei dipendenti ha un impatto ...

Licenziamento illegittimo se il lavoratore invia file aziendali al legale 1

Licenziamento illegittimo se il lavoratore invia file aziendali al legale
La Corte di Cassazione, con sentenza n. 5179 del 5 marzo 2014, ha affermato che “la trasmissione di atti aziendali ad un difensore e la loro divulgazione sono condotte radicalmente diverse tra di loro” in quanto nel primo caso si radica l’informazione presso un professionista che è tenuto alla riservatezza ed anche, sul piano deontologico, ...

L’ indennità per congedo parentale

L’ indennità per congedo parentale
L’evento della maternità è tutelato dalla legge, così come il periodo di inserimento del neonato nel nucleo familiare. Attraverso il Testo unico in materia di sostegno e tutela della maternità e della paternità (D.Lgs. n. 51/2001) tale funzione familiare è garantita nei confronti dei lavoratori dipendenti, con l’introduzione dei periodi di assenza dal lavoro per ...

Il risarcimento del danno da stress lavorativo va provato dal lavoratore

Il risarcimento del danno da stress lavorativo va provato dal lavoratore
Nel caso di domanda di risarcimento del danno non patrimoniale da stress lavorativo, subito in ragione del mancato riconoscimento delle soste retribuite per una durata di almeno 15 minuti tra una corsa e quella successiva e, complessivamente per turno giornaliero, di almeno un’ora, il lavoratore è tenuto ad allegare e provare il tipo di danno ...

Timbrare il cartellino per il collega? Rischio di licenziamento

Timbrare il cartellino per il collega? Rischio di licenziamento
Timbrare il cartellino al posto di un collega: cosa può succedere? Se il dipendente timbra il “cartellino presenza” per conto di un collega può subire il licenziamento. Perché però tale licenziamento sia legittimo, è necessario che il datore di lavoro riesca a provare che il titolare del cartellino non era presente in azienda al momento ...