Microtelecamere nascoste: in quali oggetti si nascondono?

Facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail

Fino a qualche anno fa, nessuna “persona comune” avrebbe mai sospettato di essere spiata con microtelecamere nascoste. Si trattava di una situazione che poteva verificarsi nei film di spionaggio, non certo nella vita reale. La tecnologia, però, è molto progredita e oggi chiunque può acquistare una microcamera per spiare un partner, un dipendente o anche uno sconosciuto. Se si considera, inoltre, che anche l’installazione di questi strumenti non è poi così complicata, risulta chiaro quanto sia facile che la nostra intimità venga violata, non solo dentro casa ma anche, ad esempio, in albergo. Vediamo, dunque, quali sono gli oggetti in cui, più di frequente, vengono nascoste microtelecamere.

microtelecamere nascoste

Telecamere nascoste in casa: dove cercarle

Le microtelecamere nascoste in casa sono molto difficili da scovare. Innanzitutto perché a differenza di alberghi e uffici, le case sono in genere meno ordinate, contengono un gran numero di soprammobili e decorazioni di vario genere che sono ospiti ideali per le microtelecamere. In secondo luogo, perché, il più delle volte, chi le posiziona conosce le abitudini della propria vittima e quindi eviterà di inserirle all’interno di oggetti che sa essere di uso frequente. I luoghi da controllare in casa sono, dunque, innanzitutto mensole e librerie, soprattutto se piene di libri e oggetti. Anche le piante, in particolare se grasse (quindi innaffiate e smosse di rado) e posizionate in alto, sono un luogo spesso utilizzato per nascondere telecamere. Esistono inoltre in commercio telecamere nascoste in oggetti come quadri o specchi. Attenzione, dunque, se vedrete comparire in casa nuovi quadri, magari poco in linea con l’arredamento.

Attenzione anche alle stanze d’albergo

Non va escluso che anche in una camera d’albergo siano presenti telecamere nascoste. A differenza della casa, le suppellettili presenti in albergo sono di solito poche, quindi i luoghi in cui vengono nascoste più spesso le microspie sono i rilevatori antifumo e gli specchi, in particolare quelli integrati con la parete. È, inoltre, possibile trovare telecamere nascoste all’interno delle prese della corrente oppure nei quadri. Anche le strutture di armadi e letti possono essere facilmente manomesse per ospitare microtelecamere nascoste. Naturalmente, è possibile che le telecamere siano integrate con gli oggetti da arredo come orologi da parete, lampade o condizionatori. Insomma, stilare un elenco completo di tutti i posti in cui può venir nascosta una telecamera è praticamente impossibile.

Come difendersi dalle microtelecamere nascoste

Le ridottissime dimensioni di questi congegni ne rende davvero difficile l’individuazione senza l’aiuto di strumentazioni apposite. Come fare dunque per difendersi? In commercio esistono dei rilevatori di microspie che, a seconda del modello, consentono di individuare i vari tipi di microtelecamere esistenti (a radiofrequenza, wifi, bluetooth). Per andare sul sicuro però, la soluzione migliore potrebbe essere quella di rivolgersi a un’agenzia specializzata in bonifiche ambientali che, con l’uso di una strumentazione professionale, potrà garantire la totale assenza di microspie ambientali in un determinato ambiente.

Facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail

Rispondi