Contratti per telefono: necessaria la conferma scritta del cliente

Facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail

contratti per telefono

Dal prossimo mese di giugno se un consumatore desidera concludere un contratto per telefono fisso o cellulare, il venditore dovrà dargli conferma scritta dell’offerta che sarà per lui vincolante solo dopo aver firmato l’offerta o averla accettata per iscritto.

Fra le altre norme che entreranno in vigore il prossimo mese di giugno (e che modificheranno la disciplina sulla vendita dei beni a distanza o effettuata fuori dai locali commerciali), molto importanti saranno quelle che renderanno più trasparenti i contratti per telefono.

Dal 14 giugno prossimo, infatti, un contratto concluso per telefono sarà valido e vincolante per il consumatore solo se quest’ultimo avrà ricevuto dal venditore una conferma scritta dell’offerta e unicamente dopo che l’avrà firmata e accettata sempre per iscritto.

Sarà destinata a scomparire così la cattiva abitudine di alcuni operatori commerciali che, sino ad oggi, hanno spesso contattato, per telefono, i consumatori e ad essi, dopo averne ottenuto il “sì” (registrandone la voce) con metodi molto vicini alla truffa, spedivano oggetti mai richiesti a costi elevati oppure addebitavano servizi di telefonia a costi sovente elevatissimi.

Da giugno, quindi, tutti i consumatori saranno maggiormente tutelati poiché, senza una loro firma, nessun operatore commerciale potrà addebitare costi per contratti conclusi telefonicamente.

Facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail

Rispondi