Lavorare fa bene al sesso: assenteisti meno focosi

Facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail

sesso e assenteismoNon solo non lavorano, ma gli assenteisti in camera da letto vanno in tilt. Una bella rivincita per gli stakanovisti e quelli che riescono ad avere un buon rapporto con il lavoro. Da una ricerca, condotta su maschi di cinque grandi Paesi europei (Italia, Spagna, Francia, Inghilterra e Germania), presentata a Riga durante un meeting internazionale che ha visto riunirsi i massimi esperti in Urologia e Andrologia, e’ emerso che chi sta a casa dal lavoro, o lavora senza impegno, a letto soffre anche di impotenza sessuale.

Lo studio evidenzia che gli impotenti hanno un tasso di assenteismo del 29%, mentre l’assenteismo di chi e’ sessualmente attivo non supera il 18%. “Si e’ vero – spiega Emmanuele A. Jannini, professore di endocrinologia e sessuologia all’Universita’ dell’Aquila – Gli uomini che soffrono di disfunzione erettile mostrano a livello lavorativo una minore produttivita’ rispetto agli uomini senza questo problema.

Continua a leggere >

Fonte: agi.it

Photo | jaroslavd on Flickr

Facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail

Rispondi