Assenteismo del dipendente pubblico: il dirigente è responsabile

Facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail

assenteismo dipendente pubblicoSentenza Corte dei Conti sull’assenteismo dipendenti

Nella sentenza n.139/2014, la Corte dei Conti della Toscana ha esteso al dirigente la responsabilità del danno contabile subito dall’Ente Pubblico a causa dell’assenteismo di un lavoratore.

Secondo la Corte, infatti, in simili casi  la responsabilità del danno deve essere imputata per due terzi al dipendente, mentre il restante terzo è a carico del dirigente, colpevole per l’omesso controllo.
Nella pronuncia in commento è stato ricordato come il legislatore abbia conferito ai dirigenti pubblici i poteri e le capacità del privato datore di lavoro.
Il caso sottoposto alla Corte dei Conti  è quello di un dipendente pubblico che, in sede penale, aveva patteggiato la condanna inflittagli per le numerose assenze ingiustificate dal lavoro, durante le quali aveva svolto l’attività di maestro di tennis.
Continua a leggere >
Fonte: valeriopollastrini.blogspot.it
Photo by Wolfgang Lonien
Facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail

Rispondi