Cosa fare se l’ex mostra disinteresse per i figli?

Facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail

disinteresse per i figli

Disinteresse per i figli: come comportarsi?

Oltre all’obbligo di mantenimento, esiste un “dovere di affetto” nei confronti dei propri figli?

I genitori, per il solo fatto di essere tali, hanno l’obbligo di assistere i figli, non solo economicamente ma anche dal punto di vista morale e affettivo.

La reazione di padri e madri a seguito di una separazione o di un divorzio può essere quella di accanirsi contro l’ex partner per far valere il proprio diritto di visita del minore o, al contrario, quella di abbandonare i figli, disinteressarsene completamente. Purtroppo nessuno può imporre ad un genitore di essere affettuoso con il proprio figlio.

Tuttavia, quando sono presenti minorenni, una norma del nostro ordinamento consente di adire il giudice affinché prenda i provvedimenti opportuni contro il genitore inadempiente.

È infatti possibile presentare un ricorso in cui si chiede di risolvere le controversie insorte in merito all’esercizio della potestà genitoriale o all’affidamento oppure di intervenire in caso di inadempienze dei uno dei genitori tali da arrecare pregiudizio al minore. A seguito di tali richieste il giudice potrà modificare le condizioni dell’affidamento già fissate giudizialmente (per esempio, giorni e orari di visita).

Laddove l’inadempienza denunciata riguardi, invece, il mancato mantenimento o la mancata assistenza affettiva, il giudice potrà emettere un provvedimento di ammonimento con il quale esorta il genitore inadempiente a rispettare il proprio ruolo.

Continua a leggere >

Fonte: laleggepertutti.it – Maria Monteleone

Facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail

Rispondi

Privacy Policy