La pubblicità comparativa è concorrenza sleale se i prodotti non sono omogenei

La pubblicità comparativa è concorrenza sleale se i prodotti non sono omogenei
La pubblicità comparativa – quella, cioè, che mette a confronto due o più prodotti al fine di esaltare le caratteristiche solo di uno di essi – è lecita in Italia, ma a condizione che detti prodotti siano tra loro omogenei, altrimenti scatta la concorrenza sleale. A dirlo è una recente ordinanza del Tribunale di Milano. ...

Con la parificazione tra figli legittimi e naturali cambia anche la formula del matrimonio

Con la parificazione tra figli legittimi e naturali cambia anche la formula del matrimonio
Che sia in Comune o in Chiesa, qualcosa cambierà. La parificazione tra figli legittimi e naturali già avviata con una legge approvata alla fine allo scorso anno porterà come conseguenza anche una modifica al rituale con cui si celebrano i matrimoni. Non avverrà da subito perché prima bisognerà attendere l’approvazione definitiva del provvedimento che attua ...

Contro il femminicidio: un posto occupato in nome delle donne

Contro il femminicidio: un posto occupato in nome delle donne
“Si occupa un posto in un cinema, un teatro, un treno, sulla metro o a scuola, per lasciare un segno della nostra presenza: con un giornale, una borsa, un mazzo di chiavi, un cappello. Quel posto è mio, tornerò ad occuparlo. Per molte, troppe donne, non sarà più così.” Posto occupato è un’iniziativa nata da ...

Investigazioni su Stalking e Molestie – P & P INVESTIGAZIONI

Investigazioni su Stalking e Molestie - P & P INVESTIGAZIONI
P & P INVESTIGAZIONI S.r.l ha costituito una divisione specializzata nella risoluzione delle problematiche in materia personale. Come definito dal codice deontologico, le agenzie investigative possono attuare investigazioni esclusivamente finalizzate a “far valere e/o difendere un eventuale diritto in sede Giudiziaria”, esentando le attività dal consenso dell’interessato, ai sensi dell’art. 24 comma 1 lettera F ...

Stalking: parrucca e barba finta per seguire la ex, arrestato

Stalking: parrucca e barba finta per seguire la ex, arrestato
Milano, 24 ott.- Una madre aveva notato quello strano personaggio che nei pressi della International School of Milan, a Baranzate, si stava travestendo con una parrucca e una barba finta. La donna ha temuto che potesse trattarsi di un sequestratore pronto a entrare in azione per rapire uno degli studenti dell’istituto e ha subito chiamato ...

Datagate: l’America spiava anche l’Italia

Datagate: l'America spiava anche l'Italia
ROMA – La bomba Datagate l’ha fornita Le Monde: “Gli americani hanno spiato anche l’Europa”. La miccia l’ha accesa Claudio Fava, componente Sel del Copasir: “La Nsa statunitense ha intercettato anche le telecomunicazioni italiani e i servizi di Roma ne erano a conoscenza“. Il resto lo hanno fatto vari esponenti di governo e enti governativi ...

L’ assegno di mantenimento non va restituito in caso di successiva sua riduzione o esclusione

L' assegno di mantenimento non va restituito in caso di successiva sua riduzione o esclusione
Corte di Cassazione Civile, sezione I, sentenza n. 23441 del 16 ottobre 2013. Se dopo la pronuncia passata in giudicato l’ assegno di mantenimento è escluso o diminuito, non è legittima la restituzione delle somme versate. Il denaro corrisposto in esecuzione dei provvedimenti emessi in sede di udienza presidenziale non sono ripetibili. Lo ha stabilito ...

Investigazioni su assenteismo dei dipendenti e licenziamento per giusta causa

Investigazioni su assenteismo dei dipendenti e licenziamento per giusta causa
Il licenziamento per giusta causa è regolamentato dal Codice Civile con l’art. 2119, il quale prevede la possibilità di recedere da un contratto a tempo determinato o indeterminato al verificarsi di azioni e/o comportamenti talmente gravi da non permettere la prosecuzione del rapporto nemmeno per i normali tempi di preavviso del licenziamento. La cronaca quotidiana ...

Cassazione: illegittimo il licenziamento del lavoratore in malattia che svolge attività lavorativa occasionale altrove

Cassazione: illegittimo il licenziamento del lavoratore in malattia che svolge attività lavorativa occasionale altrove
La Corte di Cassazione, con sentenza n. 23365 del 15 ottobre 2013, ha affermato l’illegittimità del licenziamento del lavoratore in malattia per avere esercitato attività lavorativa mentre si trovava in malattia, se l’attività è del tutto saltuaria e compatibile con la malattia sofferta e quindi non sia pregiudicato in alcun modo il recupero delle normali ...

L’ ascolto delle intercettazioni è diritto incomprimibile, anche nell’abbreviato

L' ascolto delle intercettazioni è diritto incomprimibile, anche nell’abbreviato
La difesa ha sempre il diritto di disporre del files audio delle intercettazioni del procedimento, anche qualora siano stati forniti i c.d. “brogliacci”. E’ quanto emerge dalla sentenza 7 ottobre 2013, n. 41362 della Sesta Sezione Penale della Corte di Cassazione. Il caso vedeva i giudici di merito subordinare la richiesta del rito abbreviato all’ ...
Privacy Policy